Rete Re.La.Te.
Comunicati

Convegno di Castro dei Volsci 24 Giugno ore 10:30

Si è svolto stamattina, presso la Sala Consiliare del Comune di Castro dei Volsci, il convegno dal titolo “Biodiversità, multifunzionalità e agricoltura sociale: la piega e la sfumatura come traiettorie imprescindibili per garantire dignità, reddito e futuro”.

Il convegno è stato organizzato all’interno del Ruralidea Festival (in programma dal 24 Giugno al 7 Luglio) e nell’ottica dell’importanza riconosciuta ai flussi e alle connessioni, quelle relazioni indispensabili che portano allo sviluppo della ruralità, alla riforma sociale, all’aggregazione e all’occupazione, alla rilettura di una cultura che non sia più futile ornamento bensì chiave di crescita economica e sociale. Ai saluti istituzionali sono seguiti vari interventi tra cui quello di Riccardo Ciucci di Re.La.Te, di Lucia Rossi di Associazione Mascarana e di Arduino Fratarcangeli di RES Ciociaria, che ha chiuso la conferenza. Durante l’incontro si è convenuto sull’importanza della produzione locale, dell’organizzazione nell’offerta dei servizi e soprattutto delle radici storiche della produttività territoriale. Secondo Riccardo Ciucci sono gli operatori del posto a far “nascere l’eccellenza”; a loro, dunque, va destinato il nostro sostegno. “Siamo artigiani importanti”, continua il Ciucci, a conferma del valore insito nella forza produttiva rurale locale, la quale non può dissipare energie per obiettivi lontani, che non le appartengono. Secondo Lucia Rossi occorre mettere in pratica presupposti pregnanti, renderli concreti, tangibili: quegli obiettivi che portano alla crescita della produttività e dei servizi in sintonia con la domanda del territorio. Tra le cose che contano maggiormente, prosegue la Rossi, vi è il legame con il proprio passato e la storia. Più precisamente: “Occorre riportare in vita attività che una volta erano il motore trainante dell’economia del territorio; attività poi accantonate perché ritenute improduttive a seguito del cambiamento socio-economico… Questo nostro territorio non ha altre risorse se non quelle del proprio passato e della propria storia”, insiste la Rossi. In ultimo Arduino Fratarcangeli che ha concentrato l’attenzione sull’importanza dell’elaborazione di un piano strategico nella disposizione dei servizi al territorio: “Da Castro dei Volsci vedo territori coltivati, montagne, servizi commerciali e artigianali: tutto questo deve diventare strumento di modello produttivo. Occorre strategia imprenditoriale e organizzazione nell’offerta dei servizi”.

Articoli collegati

Comunicato: “L’ulivo della ruralità”

Rete Relate

Efficientamento e competitività. Migliorare la produzione e rafforzare l’appeal

Rete Relate

Associazione Or.t.i.c.a. un ponte tra cultura e agricoltura

Rete Relate

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy